Traduction Site
    
  
Menu Principale

Chiudi ANC. Lignano

Chiudi ANC. nel Mondo

Chiudi Carabinieri del Luogo

Chiudi Carabinieri nell' ARTE

Chiudi Doc. Amministrativi

Chiudi Editoria dell'Arma

Chiudi Iniziative di Sezione

Chiudi Manifestazioni Militari

Chiudi Militaria

Chiudi NASSIRYA (Iraq)

Chiudi Passatempo e vario

Chiudi VideoTube ANC.Lignano

Chiudi Volontariato A.N.C

LIgnano Sabbiadoro

La Città di Lignano

Servizi e Ambienti

Webmaster - Contact
Visite

   visitatori

   visitatori online

Vota questo Sito


Brig.Valvason Severino
il vostro Webmaster
Sondaggi
Cosa pensi del Sito ?
 
Eccellente !
Ottimo !
Medio !
Boh .....
C'è di Meglio !
Risultati
Chat ANC.Lignano
Entra in Chat
Benvenuto su A.N.C. sezione di Lignano Sabbiadoro (UD)

ultimi 5 news


convenzione comune Lignano volontari anc Il Comune di Lignano Sabbiadoro ha sottoscritto una convenzione con la locale sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri. Grazie all’intesa firmata dal Sindaco, Luca Fanotto, i volontari dell’ANC svolgeranno servizi che vanno dall’attività di informazione e comunicazione sul territorio comunale, alla prevenzione dell’abusivismo commerciale e della contraffazione, fino ad arrivare al supporto in occasione di eventi e manifestazioni turistiche, sportive o per aggregazioni pubbliche organizzate sul territorio, anche nella stagione invernale.

«Abbiamo voluto siglare questo accordo – spiega il Sindaco di Lignano Sabbiadoro, Luca Fanotto – per migliorare ulteriormente l’assistenza ai nostri residenti e ai nostri turisti, soprattutto nei mesi estivi che vedono un notevole intensificarsi di manifestazioni e un grande incremento di popolazione. Nello schema della convenzione abbiamo previsto inoltre l’attività di supporto alla Polizia Locale nei servizi e l’attività di formazione e di aggiornamento dei volontari». L’intesa siglata sarà valida sino al 31 dicembre 2018.

FONTE: Comune Lignano Facebook - 27 Luglio 2016


... / ... Leggi il seguito


Luogotenente Marino Marinello LATISANA - Cambio al vertice della stazione dei carabinieri di Latisana:

nuovo comandante è il luogotenente Marino Marinello, subentrato al maresciallo Gaetano Camarda.
Marinello da parecchi anni comanda stazioni dell'arma nella Bassa friulana, pertanto è un ottimo conoscitore delle problematiche locali.
Ha comandato diversi anni la stazione CC di Rivignano, è passato poi al comando di quella di Lignano, dove ha avuto modo di mettersi in luce per varie operazioni contro la malavita.

Da circa una dozzina d'anni si trovava al comando del Nucleo Operativo e Radiomobile di Palmanova.

È sposato ed ha due figli.

Il primogenito Alessandro è carabiniere in Trentino Alto Adige, la figlia Stefania si è arruolata negli alpini, ma il suo obiettivo è quello di entrare a fare parte dell'arma.

FONTE: Il Gazzettino (Pordenone) - 18 Aprile 2016


... / ... Leggi il seguito


maxi retata a lignano 07-giugno-2015 07 giugno 2015 - LIGNANO. Dalle borse più tradizionali ai bastoni per scattarsi un “selfie”. Dagli occhiali da sole ai portachiavi laser. E poi foulard colorati, collane, braccialetti e asciugamani per la spiaggia. In tutto sono stati 802 gli oggetti sequestrati nel “blitz” contro i venditori abusivi a cui hanno preso parte la Polizia locale e la Capitaneria di Porto con il supporto del Corpo forestale regionale impegnato in operazioni di controllo nella pineta e nell’area boschiva all’interno del villaggio Getur. Una ventina i venditori fermati.
Maxi operazione Ventiquattro persone delle forze dell’ordine che, parte in divisa e parte in borghese, hanno controllato il litorale dal villaggio Getur fino alla “Sacca”, ufficio numero 8 a Pineta, e dall’ufficio 17 all’ufficio 19 a Sabbiadoro.

In alcuni casi sono stati gli stessi turisti a indicare agli agenti della Polizia locale dove fossero i venditori o in che direzione si fossero diretti. Una ventina, come detto, quelli fermati poi sanzionati con “multe” per commercio abusivo. Nessuno ha reagito o tentato di scappare come accaduto in altre occasioni. Merce in pineta Sono stati rinvenuti tra i cespugli o nella pineta anche sacchi contenenti merci contraffatte. Con molta probabilità i venditori abusivi le lasciavano lì nascoste nelle vegetazione e una volta venduti tutti gli oggetti ritornavano a rifornirsi. È stata trovata anche immondizia abbandonata tra gli alberi.

L’intervento del sindaco Ha prima rivolto un “grazie” a tutte le forze dell’ordine impegnate nella maxi-operazione di sequestro e poi ha voluto rispondere alle critiche che gli erano piombate addosso dal coordinamento del centrodestra lignanese sulla campagna contro l’abusivismo avviata in città dal Comune in sinergia con la Prefettura di Udine. «Da una parte questa campagna – ha affermato il primo cittadino Luca Fanotto – è informativa in quanto si vuole ribadire il principio della legalità invitando tutti i turisti e i residenti a non acquistare questa merce, che può rappresentare anche un rischio per la salute, in quanto venendo meno la domanda ci sarà anche un calo dell’offerta.
Dall’altra parte l’iniziativa portata avanti ha un carattere repressivo tesa al sequestro delle merci attraverso operazioni coordinate. Ritengo che quanto affermato dal centro destra sia stato intempestivo rispetto a quanto oggi (ieri per chi legge ndr) si è concretizzato oltre al fatto che si preferisce sempre strumentalizzare invece che informarsi». Campagna anti-abusivismo Al “blitz” di ieri mattina seguirà una serie di operazioni che saranno messe in campo durante tutta l’estate. Anche quest’anno, infatti, si prosegue il percorso avviato la scorsa stagione attraverso il rinnovo della convenzione con l'associazione dei Carabinieri in congedo di Lignano e l'associazione nazionale finanzieri d'Italia, sezione di Latisana.

In ogni ufficio spiaggia del litorale è stato distribuito del materiale informativo e affisso un cartello, scritto in diverse lingue, in cui si ricorda agli ospiti che «la legge italiana punisce le persone che effettuano acquisti da venditori non autorizzati» .
Sanzioni L’acquisto di merci da venditori abusivi, così come il sottoporsi a un massaggio oppure il richiedere un tatuaggio o le treccine sarà perseguito a norma di legge con una sanzione amministrativa da un minimo di 100 fino a un massimo di 7.000 euro. Sono infatti tutte azioni vietate.

Prefettura e Comune sono uniti nella battaglia contro l’abusivismo. E proprio per questo hanno programmato una regia unitaria per mettere in atto interventi rapidi ed efficaci. Una battaglia per la legalità come hanno più volte ripetuto le autorità. Che proseguirà, senza sosta, nei prossimi tre mesi.

FONTE: 07 giugno 2015 - MessaggeroVeneto

... / ... Leggi il seguito


Lignano nuova caserma dei carabinieri GRAZIE ALL'ACCORDO TRA COMUNE E GE.TUR IL PERCORSO NON HA PIÙ INTERRUZIONI E DIVENTA REALTÀ DOPO ANNI DI ATTESA. Il Sindaco. “Qualcuno ha detto chi non si stupisce delle cose belle è moralmente corrotto”

Ieri mattina la pista ciclo pedonale che collega Lignano Sabbiadoro a Lignano Pineta è divenuta finalmente realtà.

Al taglio del nastro hanno assistito tantissimi Lignanesi e turisti, che subito dopo, a piedi o in bicicletta, hanno percorso entusiasti il nuovo tragitto in mezzo alla pineta. Finalmente dopo 50 anni, i due lungomari si sono uniti in un unico lungo e suggestivo percorso dotato anche di accesso wi-fi gratuito.

Alla cerimonia hanno partecipato il Sindaco di Lignano, Avv. Luca Fanotto, e la Giunta comunale, il Vice Presidente della Regione FVG Sergio Bolzonello, l’Assessore alle Infrastrutture Maria Grazia Santoro, il Vicepresidente del Consiglio regionale Paride Cargnelutti, il Presidente dell’Efa-Getur Giancarlo Cruder, il Direttore Generale dell’Efa-Getur Furio Cepile, e il parroco di Lignano Sabbiadoro Don Angelo Fabris. Presenti anche una rappresentanza dell’Istituto Comprensivo “G.Carducci” e dell’Istituto Tecnico Economico Indirizzo Turistico “Pietro Savorgnan di Brazzà”.

L’apertura è stata possibile grazie a un accordo siglato nei mesi scorsi tra la Società Gestione Turistiche Assistenziali e il Comune di Lignano Sabbiadoro.

“La Ge.Tur, spesso vista come “una città nella città” – ha detto il Sindaco Fanotto - ha deciso di aprire parte del proprio spazio a tutti i cittadini, permettendo così di compenetrarsi con l’intero territorio. Sono state posizionate recinzioni utili a perimetrare lo spazio del villaggio e i relativi ospiti della struttura, mantenendo al contempo gli accessi alla spiaggia e al mare. Parallelamente il Comune ha provveduto alla collocazione della fibra ottica necessaria per garantire l’accesso gratuito al wi-fi anche in quest’area. La pista sarà fruibile durante tutto l’anno, dal 15 aprile al 30 settembre dalle 7 alle 24, mentre nel restante periodo di dalle 7 alle 20”.

“Per oltre due anni l’Amministrazione ha lavorato con impegno per la realizzazione di questo importante progetto – ha concluso il primo cittadino di Lignano -. Un’idea che abbiamo fortemente voluto e promosso con una raccolta firme già da quando occupavamo le file dell’opposizione e che ora è diventata realtà. Una tappa storica per Lignano, che offre da oggi un servizio in più a turisti e residenti, che ora, in piena sicurezza, potranno percorrere in bici e a piedi tutto il lungomare della località turistica”.
“Questo percorso è un valore aggiunto per chi lo frequenterà – spiega il Direttore dell’ Efa Getur Furio Cepile -, ma anche per la struttura stessa. Si tratta infatti di una vera e propria vetrina all'aperto che permette di vedere le strutture e gli impianti all'interno del villaggio e di far comprendere l’importanza che possono avere anche e soprattutto per la cittadinanza di Lignano. E’ positivo anche per i nostri ospiti, perché finalmente hanno la possibilità di vivere in un ambiente circoscritto, ma non chiuso. Credo che davvero questa pista sia un valore per tutti”.

... / ... Leggi il seguito


Una quindicina i colpi messi a segno per quasi 70 mila euro di refurtiva. Recuperati beni per 15 mila euro

LATISANA Tre albanesi in manette 03 aprile 2015 03 aprile 2015 - LATISANA. Tre albanesi in manette, un connazionale che li ospitava denunciato, oltre 15 mila euro di refurtiva recuperata.

Sono alcuni dei particolari illustrati dal Comandante dei Carabinieri di Latisana, capitano Filippo Sautto e riferiti all’operazione “Punto” dal modello di auto inizialmente utilizzata dagli arrestati, per commettere tutta una serie di furti nella Bassa Friulana e in provincia di Venezia.

Una quindicina i colpi messi a segno per quasi 70 mila euro di refurtiva. Rocambolesco l’arresto di due dei tre fermati, bloccati a bordo di un pullman diretto in Albania. (p.ma.)

Fonte: Messaggero Veneto 03 aprile 2015

... / ... Leggi il seguito


ultimi 5 post sul Blog

Furti ai malati terminali a Latisana: arrestati - da valvasev

furti-ai-malati-terminali Dall’ospedale spariscono portafogli e un cellulare. Due bulgari sorpresi da una pattuglia di carabinieri

LATISANA. Sono stati sorpresi con arnesi da scasso, oltre cento orologi, droga e anche con un portafogli rubato poco prima all’ospedale di Latisana. Per questo due bulgari di 23 e 47 anni sono finiti in manette il giorno di Ferragosto. Si tratta, rispettivamente, di Aleksandar Asenov e di Dimitar Georgiev, entrambi senza fissa dimora.

I carabinieri – hanno operato i militari della stazione di Campoformido – li hanno arrestati con le accuse di furto aggravato, detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione di oggetti atti a offendere.
I due stranieri sono stati intercettati da una pattuglia che stava effettuando un servizio di controllo mirato alla prevenzione dei furti. Dopo essere stati notati a bordo di un’Audi A6, sono stati fermati all’altezza di Rivolto.

Al termine della perquisizione delle vettura sono spuntati: un coltello a serramanico, un taglierino, un telefono cellulare risultato intestato a una persona molto anziana ricoverato appunto a Latisana, circa cento orologi di varie marche, 0,1 grammi di cocaina, ulteriori cinque involucri contenenti la medesima sostanza (per un totale di 5,2 grammi), due portafogli contenenti circa trenta euro, risultati rubati qualche ora prima nello stesso nosocomio e appartenenti a un infermiere e a un altro anziano degente.

I carabinieri di Campoformido si sono recati a Latisana e hanno raccolto immediatamente una serie di riscontri: nei video delle telecamere hanno trovato immagini compatibili con la corporatura di uno dei due fermati e in un cestino della spazzatura hanno “ripescato” i documenti dell’infermiere e uno dei portafogli. La refurtiva e lo stupefacente sono stati posti sotto sequestro. Sono in corso verifiche sugli orologi per capirne provenienza e valore. I due cittadini stranieri sono stati accompagnati nel carcere di Udine

FONTE: MessaggeroVeneto - 17 Agosto 2016


... / ...   Leggi il seguito

Pubblicato il 20/08/2016 @ 09:10  - Nessun comment Nessun comment - Vedi ? Aggiungere un articolo sul post?   Anteprima di stampa  Stampa pagina

Serracchiani: «Un polo della salute nel pronto soccorso di Lignano» - da valvasev

Pronto soccorso Lignano La visita della governatrice al presidio in cui, come a Latisana, sarà attivato l’elisoccorso notturno Nella struttura troveranno spazio anche l’infermiere di comunità, i medici di base e gli assistenti sociali

LIGNANO. Punta a diventare un polo della salute e dei servizi socio assistenziali il nuovo pronto soccorso di Lignano.
Non solo nei tre mesi estivi, ma per tutto l’anno. Un luogo in cui potrebbero essere ospitati il centro di assistenza primaria con i medici di base, l’infermiere di comunità, gli assistenti sociali e le associazioni di volontariato. Un luogo in cui sarà attivato il servizio di elisoccorso notturno, unico in Regione insieme all’ospedale di Latisana dove è stato avviato in via sperimentale e dove si punta a farlo diventare un servizio strutturale.

Inoltre, il punto di primo intervento rispetto agli scorsi anni chiuderà più tardi, a settembre inoltrato. Per la presidente della Regione Debora Serracchiani, in visita ieri, «questa struttura ha la vocazione giusta per inserirsi nel progetto che abbiamo per questo territorio. Siamo di fronte a una struttura importante che contiene non solo il luogo del primo intervento e della prima emergenza, ma che è attrezzata per accogliere bambini e famiglie ed è pronta a ospitare il centro di assistenza primaria con i medici di famiglia e l’infermiere di comunità. È un luogo in cui la salute viene trattata a 360 gradi e questo ci permetterà di offrire dei servizi a garanzia del territorio durante i 12 mesi».

Questa, insomma, per la presidente è la direzione giusta da intraprendere perché si inserisce «perfettamente nella logica che ci spinge a trasformare l’ospedale di Latisana in un presidio delle emergenze e delle urgenze. L’obiettivo da raggiungere è quello di stringere una forte sinergia tra queste due strutture».

Un’opera, questa, realizzata grazie al contributo di 4 milioni di euro erogato dalla Regione. Ci sono voluti due anni di tempo, ma dieci per concludere tutto l’iter burocratico come ha riferito il sindaco di Lignano Luca Fanotto, accanto all’ex primario del Pronto soccorso di Latisana Orlando Fantin.

«Per un giorno teniamo fuori le polemiche - ha detto infine Serracchiani -, stiamo lavorando per il territorio e per una volta diciamo che siamo contenti». Non ci pensano a dirlo i consiglieri comunali di centrodestra Carlo Teghil e Marco Donà - presente anche l’ex consigliere regionale Daniele Galasso - che hanno criticato fortemente la visita. «Di questa visita in ospedale a Latisana ne erano a conoscenza da una settimana, ma siccome non volevano proteste ci hanno avvisato solo ieri alle 16.45. Crediamo sia vergognoso che vengano invitati consiglieri e poi la presidente fa una visita della struttura solo con i sindaci di Lignano Fanotto e di Latisana Galizio e pochi altri».

Le proteste annunciate sul web però non ci sono state. Solo qualche mugugno a denti stretti.

FONTE: MessaggeroVeneto - 13 Agosto 2016


... / ...   Leggi il seguito

Pubblicato il 14/08/2016 @ 13:05  - Nessun comment Nessun comment - Vedi ? Aggiungere un articolo sul post?   Anteprima di stampa  Stampa pagina

Allarme terrorismo: Lignano sarà blindata per lo show delle Frecce - da valvasev

Lignano Blindata Imponenti misure di sicurezza per la tradizionale esibizione del 14 agosto sono state decise in una riunione in Questura a Udine

LIGNANO. Massima allerta per l’esibizione delle Frecce Tricolori, prevista per domenica 14 agosto a Lignano Sabbiadoro. Lo show richiamerà circa 400 mila persone e questo fa della località balneare un obiettivo sensibile.

E dopo l’attacco terroristico di Nizza, costato la vita a 84 persone, la Questura potenzia le misure di sicurezza, che saranno decisamente più restrittive rispetto alle precedenti edizioni dello spettacolo della Pattuglia acrobatica nazionale. Sarà chiuso il lungomare Trieste e saranno interdette anche tutte le strade di accesso al lungomare, verranno utilizzati cani antiesplosivo e non mancheranno i controlli via mare. Vertice in Questura

Negli uffici di viale Venezia, si è svolto un briefing – guidato dal capo di Gabinetto Giovanni Belmonte – che ha coinvolto polizia di Stato, carabinieri, Guardia di finanza, vigili del fuoco, 118, Aeronautica militare, polizia municipale di Lignano con l’assessore al turismo Massimo Brini e il coordinatore della manifestazione Alberto Moretti, ex comandante delle Frecce. Un vertice indispensabile per mettere a punto le strategie da adottare affinchè uno degli show più attesi dell’estate possa svolgersi in piena sicurezza. Controlli serrati

A garantire i controlli nella cittadina balneare saranno un centinaio di uomini tra polizia di Stato, polizia locale, carabinieri e Fiamme gialle. Il doppio rispetto a quelli in servizio lo scorso anno per lo show della Pan. Vista l'importanza dell’evento è previsto l’intervento dei reparti speciali dell’ antisabotaggio e il rafforzamento dei sistemi di sicurezza sarà garantito anche dall’impiego di unità cinofile antiesplosivo. Inoltre, ulteriori controlli saranno garantiti via mare dalle motovedette della Guardia di finanza e dalla Capitaneria di Porto, nonchè dai carabinieri e dai vigili del fuoco.

Interdetto il lungomare Trieste
L’attacco terroristico di metà luglio a Nizza, dove un franco tunisino alla guida di un camion ha travolto e ucciso i turisti che affollavano la Promenade des Anglais, ha imposto misure di sicurezza più drastiche rispetto al passato. Tra queste, appunto, la chiusura del lungomare Trieste (un tratto di 4 chilometri per 2 chilometri verso il mare), che verrà predisposta nel pomeriggio, prima dell’esibizione delle Frecce Tricolori, prevista poco dopo le 18.

Dalla mattina di domenica 14, invece, entrerà in vigore il divieto di sosta. Il lungomare lignanese sarà presidiato dalle forze di polizia e saranno sistemati anche ostacoli fisici tali da impedire l’ingresso di auto e altri mezzi. Il transito sarà consentito solamente a pedoni e ciclisti.

Altre strade chiuse
Anche tutte le vie che conducono al lungomare non saranno percorribili se non a piedi o in bicicletta. E saranno costantemente presidiate dalle forze di polizia. Misure necessarie a garanzia dell’incolumità delle circa 400 mila persone attese per lo show della Pattuglia acrobatica nazionale. Uffici “sorvegliati speciali”

Gli uffici spiaggia principali di Sabbiadoro, ovvero l’11, il 13 e il 15 – solitamente i più affollati – saranno sorvegliati con maggiore attenzione. In particolare saranno controllati, agli ingressi, i contenuti di borse e zainetti con l’aiuto dei cani antisabotaggio. All’ufficio 11 è stata allestita la base logistica, il centro di coordinamento delle forze di polizia.

FONTE: MessaggeroVeneto - 3 Agosto 2016


... / ...   Leggi il seguito

Pubblicato il 03/08/2016 @ 22:29  - Nessun comment Nessun comment - Vedi ? Aggiungere un articolo sul post?   Anteprima di stampa  Stampa pagina

“Do not disturb, no grazie” a Lignano spunta il cartellino contro gli abusivi - da valvasev

Non disturbare L’idea di una discoteca di Lignano per contrastare i venditori non autorizzati in spiaggia. Intanto la polizia municipale porta a 467 i sequestri di materiale contraffatto

LIGNANO. Spiagge sempre più “controllate” nella riviera friulana per contrastare il fenomeno dell’abusivismo. Ad oggi sono stati 467 i sequestri eseguiti dalla polizia locale di Lignano. Centinaia di oggetti – occhiali da sole, asciugamani, aquiloni, borse, collanine – sono stati requisiti ai venditori ambulanti.

Intanto continuano le iniziative da parte del Comune, ma anche di alcuni operatori privati per sensibilizzare i turisti a non acquistare i prodotti. È della discoteca Club Italia l’idea di creare un cartoncino da appendere all’ombrellone con la scritta “No grazie” in diverse lingue (accanto a un friulanissimo “cumò vonde”). Sul retro si legge: «Acquistare i prodotti contraffatti e i servizi non autorizzati in spiaggia non è per niente chic e si rischia la multa», tradotto in inglese e in tedesco con il recapito della polizia locale per eventuali segnalazioni o per ricevere delle informazioni.

Un modo diretto e immediato, insomma, per avvisare i turisti della località. Sull’arenile i controlli della polizia locale sono aumentati grazie alle risorse stanziate dal Comune – pari a 35 mila euro – provenienti da una parte delle sanzioni per violazioni al codice della strada. Il servizio è stato così potenziato.

Gli agenti, coordinati dal comandante Alberto Adami, sono infatti operativi 420 ore in più in spiaggia e 240 ore in più la notte nell’asse centrale, attraverso un’implementazione dei turni che ha comportato un monitoraggio ancora più capillare sul territorio.

Intanto il Comune di Lignano ha sottoscritto una convenzione con la locale sezione dell’Associazione nazionale carabinieri. Grazie all’intesa firmata dal sindaco Luca Fanotto, i volontari dell’Anc svolgeranno servizi che vanno dall’attività di informazione e comunicazione sul territorio, alla prevenzione dell’abusivismo commerciale e della contraffazione, fino ad arrivare al supporto in occasione di eventi e manifestazioni turistiche, sportive o per aggregazioni pubbliche organizzate sul territorio, anche nella stagione invernale.

«Abbiamo voluto siglare questo accordo – spiega il primo cittadino – per migliorare ulteriormente l’assistenza ai nostri residenti e ai nostri turisti, soprattutto nei mesi estivi che vedono un notevole intensificarsi di manifestazioni e un grande incremento di popolazione.

Nello schema della convenzione abbiamo previsto inoltre l’attività di supporto alla polizia locale nei servizi e l’attività di formazione e di aggiornamento dei volontari». L’intesa siglata sarà valida fino al 31 dicembre 2018. Sono molte dunque le azioni messe in campo in città per combattere l’abusivismo commerciale.

FONTE: MessaggeroVeneto - 3 Agosto 2016


... / ...   Leggi il seguito

Pubblicato il 03/08/2016 @ 22:15  - Nessun comment Nessun comment - Vedi ? Aggiungere un articolo sul post?   Anteprima di stampa  Stampa pagina

Lignano, turisti disattenti: raffica di furti in spiaggia - da valvasev

Lignano, Turisti disattenti Fioccano le denunce a polizia e carabinieri: almeno un paio di colpi ogni giorno. Bisogna evitare di lasciare incustoditi denaro e oggetti preziosi sotto l’ombrellone. I consigli per evitare "sorprese"

LIGNANO. Almeno uno o due furti al giorno. I ladri entrano in azione quotidianamente sulla spiaggia di Lignano. Solo domenica sono stati denunciati tre colpi sotto l’ombrellone a Sabbiadoro: a sparire, a danno di turisti stranieri, portafogli e cellulari

Entrano in azione velocemente i malviventi, approfittando di un attimo di distrazione dei vacanzieri, che spesso lasciano incustoditi borse e zainetti per andare a fare il bagno o una passeggiata in riva al mare. I ladri poi si dileguano in fretta, abili – il più delle volte – a non farsi notare. E quanto i turisti tornano all’ombrellone il portafogli è sparito

I responsabili non sono ancora stati individuati dalle forze dell’ordine che hanno avviato le indagini. Per evitare che la giornata in spiaggia venga rovinata dai “Lupin” della sabbia esistono alcuni piccoli consigli da mettere in pratica per rendere più difficile la vita ai malviventi

Come suggerisce la polizia di Stato, in spiaggia si devono portare pochi contanti ed è bene evitare di avere con sé gioielli o di mettere in bella vista il cellulare di ultima generazione o la borsa griffata del noto stilista. Se si è insieme ad amici, si può decidere, al momento del tuffo in mare, di fare a turno per sorvegliare borse e borselli oppure di darli in custodia a fidati “vicini” di ombrellone.

Si deve evitare di lasciare in mostra sulla sedia a sdraio o sul lettino oggetti che attirano l’attenzione dei ladri come smartphone, lettori mp3, tablet, bracciali, orecchini o collanine. L’importante, insomma, è essere costantemente attenti.

Quando si è da soli e si lascia l’asciugamano disteso a riva, è sempre meglio controllarlo anche se ci si allontana in acqua per pochi metri. I ladri agiscono molto velocemente, da soli o aiutati da uno o più complici che distraggono il malcapitato turista e poi si danno alla fuga. In caso di furto, è sempre meglio denunciare l’accaduto alla polizia o ai carabinieri. In molti casi questo non avviene. Anche se si nota qualcosa di sospetto sul litorale è utile chiamare il 112 o il 113. Prevenzione prima di tutto, dunque. E massima attenzione sotto l’ombrellone.

Continua intanto senza sosta l’attività di controllo della polizia a Lignano. Domenica notte è stato fermato un giovane di Lestizza, classe 1991, che guidava in stato di ebbrezza. È stato identificato e gli è stata sequestrata la patente. Un altro giovane, classe 1998, del Medio Friuli è stato invece trovato con addosso una piccola quantità di hashish. È stato eseguito il sequestro amministrativo delle sostanze stupefacenti per detenzione a uso personale e il giovane è stato segnalato al Prefetto per avviare un percorso di recupero.

FONTE: MessaggeroVeneto - 2 Agosto 2016


... / ...   Leggi il seguito

Pubblicato il 03/08/2016 @ 22:00  - Nessun comment Nessun comment - Vedi ? Aggiungere un articolo sul post?   Anteprima di stampa  Stampa pagina
Comunicati del Webmaster

 


Virgo Fidelis e benedizione mosaico 24-Nov-2012
Virgo Fidelis e benedizione mosaico 24-Nov-2012

  • slide-1.jpg

    Santo Antonio Pertegada

  • slide-6.jpg

    Pertedelirio Pertegada

  • slide-3.jpg

    Marcialonga Ferragostana Pertegada

Contattaci
Members

Riconnettersi
---

Vostro nome (o username) :

la tua password:


 Numero di membri  5 Utenti


Connessione :

( nessuno )

Webmaster - Contact
Contattatalo mediante MSN

Ip: 54.80.154.132

Newsletter
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, puoi iscriverti alla nostra Newsletter.
Captcha
Ricopia il codice :
Pubblicità Amici
LegaNord Latisana Isola Java anclignano yorkshire susy pertegada calcio
profilo facebook

 

Ricerche



Slide - JPG GallerY

Calendario AGENDA