Un carabiniere , come tutti gli uomini , e' un impasto di santo e di peccatore

tra tutti e' il piu' necessario e il meno desiderato.

Una creatura senza nome che chiamiamo "signore" quando ci e' davanti

e "bastardo" appena ci volta le spalle.

Deve essere un diplomatico, capace di distinguere tra le persone e dare a ciascuno

l'impressione di essere il vincitore.

Se e' cortese e' un adulatore, se non lo e' , e' un maleducato.

Se e' elegante e' vanitoso , se e' trasandato e' zotico.

Deve prendere in un secondo decisioni che ad un avvocato richiederebbero un mese.

Se si affretta e' negligente; se va con i piedi di piombo e' pigro.

Il carabiniere deve essere il primo ad arrivare sul posto di un incidente

e deve sapere emettere sentenze infallibili ;

deve essere capace di ridare il respiro che si e' fermato, di arrestare emorragie,

di sanare una ferita oppure aspettarsi di essere citato in giudizio.

Deve conoscere tutti i tipi di arma, sapere sparare in corsa, colpire dove non fa male,

essere in grado di neutralizzare due uomini grossi il doppio di lui e con la meta' dei suoi anni,

il tutto senza danneggiare l'uniforme con bandoliera , berretto fondina e guanti .

Se siete voi a colpirlo per primo , e' un vigliacco; se e' lui a farlo e' un violento .

Da un capello deve riuscire a ricostruire il delitto, l'arma con cui e' stato compiuto il

 crimine e dove si nasconde il reo.

Se cattura un criminale e' fortunato, se non ci riesce e' un'incapace.

Se viene promosso ha degli appoggi, altrimenti e' uno che non vale niente.

Il carabiniere deve essere un sacerdote, un assistente sociale, un diplomatico,

una simpatica persona, un gentilemen,

soprattutto deve essere un "mago" per riuscire a mantenere la famiglia

con il solo stipendio da carabiniere.

Poesia Gentilmente concessa dal sito:  http://www.webdesigns.it/   che ringrazio personalmente !

 

 

Copyright 2001-2002 Anc.Lignano